Activity

Anello di Pietrastornina

Download

Trail photos

Photo ofAnello di Pietrastornina Photo ofAnello di Pietrastornina Photo ofAnello di Pietrastornina

Author

Trail stats

Distance
7.33 mi
Elevation gain
1,089 ft
Technical difficulty
Easy
Elevation loss
1,089 ft
Max elevation
1,940 ft
TrailRank 
80 5
Min elevation
910 ft
Trail type
Loop
Moving time
2 hours 11 minutes
Time
2 hours 18 minutes
Coordinates
1861
Uploaded
April 9, 2023
Recorded
April 2023
  • Rating

  •   5 1 review
Share
-
-
1,940 ft
910 ft
7.33 mi

near Starza, Campania (Italia)

Viewed 147 times, downloaded 2 times

Trail photos

Photo ofAnello di Pietrastornina Photo ofAnello di Pietrastornina Photo ofAnello di Pietrastornina

Itinerary description

Allenamento pasquale tardo pomeridiano su strada asfaltata e raro sbrecciato sottoposto a manutenzione, la cui salita è totalmente concentrata nei 6 km che permettono di raggiungere il cimitero che precede l'ingresso nel comune di Pietrastornina, situato nel Parco del Partenio e del Taburno Camposauro.
Nel corso del cammino si attraverseranno le frazioni di Starza, Sacconi, Verzara, Cappella, Case Mabili, Case Rossi e Due Strade, interamente contenute sulla SP 166
Il primo km di Starza è caratteristico per il passaggio sul ponte del torrente Starza che sfocia in una fonte raggiungibile in una delle vie collaterali del luogo e che incide sull'irrigazione dei campi e delle colture di vario genere dell'area; a pochi km si incontrano sulla sx le rovine di una vecchia cartiera ormai infestata dalla vegetazione e di cui non si possiedono particolari informazioni da alcuna fonte, ad eccezione di un timido cartello che la indica. Si costeggia l'abitato di Starza e la salita inizia a sentirsi di più nei tornanti caratterizzati soprattutto dalla presenza di ulivi, di spogli pioppi argentati, dei pruni in fioritura bianca accompagnati da erba spontanea, borragine, tarassaco, rovi di mora ed in alcuni punti canneto che testimoniano comunque un'importante presenza di acqua.
Si incrocia qualche cane di media taglia libero, docile e che accompagna per un tratto di strada, a cavallo fra le due grosse ville (la prima a destra, la seconda a sinistra), sino ad una stradina ove sbucano due cani di piccola taglia il cui massimo agonismo è manifestato da continui latrati territoriali. Superate Sacconi e Verzara con contesti orografici e di villette con un po' di orto e piante ornamentali, ci si avvia verso Cappella, fra pollai a vocazione familiare ben tenuti, le vedute dei monti del Partenio ed anche dei lontani Picentini, assieme al più vicino ambiente collinare ed un tratto di asfalto letteralmente crollata in un tratto di carreggiata prossimo ai prati ed altri in preda a spaccature. Arrivati in piazzetta, ove è ubicata la Chiesa della Madonna del Carmelo (unica di tutte le frazioni attraversate), si ammirano colline ed alture in direzione Sannio dal belvedere e una colonia felina intenta a nutrirsi, fra poche case e qualche rudere ormai diroccato. Si prosegue ancora fra tornanti osservando qualche cane purtroppo attaccato alla catena in proprietà chiuse e recintate, ulivi, pruni in fiore, la veduta dei profili del Monte Vallatrone sino a giungere ad un'abitazione cui appare una tuglia la cui chioma rassomiglia ad uno spaventapasseri (con il buio ad un grosso spettro).
Terminate le varie fioriture di lavanda, borragine e varie di colore giallo, ci si incammina verso la parte centrale del borgo, con l'obiettivo del castello.
Si incontra sulla sinistra di un piazzale con scalinata la Chiesa Madre della Santissima Annunziata, sul corso principale che attraversa il borgo longobardo . La facciata laterale si dispone lungo la strada, mentre quella frontale, con l'accesso alla chiesa, si apre su un ampio sagrato rialzato con scalinata. L'immagine della facciata frontale è caratterizzata dal materializzarsi dello spazio interno, della navata di sinistra, e di quella centrale, a cui si affianca la sagoma del campanile, corpo di poco più alto del volume centrale.
In breve, si raggiunge il Castello di Pietrastornina: sorto sulla grossa guglia rocciosa che corona l'abitato del borgo medioevale se ne ebbe notizia, per la prima volta, in un atto di donazione fatto dal principe longobardo Arechi II nel novembre del 774 al monastero femminile di Santa Sofia. Purtroppo, Il fortilizio odierno si presenta solo con dei ruderi informi; un tempo si componeva di almeno due corpi di fabbrica, di diverse dimensioni, posti a quote differenti sulla rupe ed un sistema di camminamenti fatto di ripide scalinate adattate e ricavate nella roccia, quindi i vari bastioni murari estendevano all'intera rupe il sistema difensivo. In questo modo ogni anfratto e sperone roccioso erano sfruttati e conformati allo scopo strategico, esulando pertanto da una qualsiasi tipizzazione precostituita e facendo della stessa guglia rocciosa, che si erge per più di 60 metri con le sue pareti a strapiombo, la fortificazione vera e propria. Dopo il periodo longobardo, il fortilizio ricompare nelle fonti documentarie nell'autunno del 1239, quando sotto l'amministrazione statale di Federico II di Svevia, venne inclusa la fortificazione rupestre nella lista dei cosiddetti "Castra exempta". L'undici febbraio del 1837, l'amministrazione decurionale di Pietrastornina decise l'abbattimento del castello perché i suoi ruderi costituivano un costante pericolo per le abitazioni dell'abitato sottostante; dello stato avanzato di rudere del castello ne è conferma la decisione di non redigere, prima della demolizione, "alcun registro dei materiali perché non v'erano legnami né sassi, ma solo muraglie infarcite e collabenti".
Questo fu il destino del castello, oggi apprezzabile con un po' di immaginazione sull'omonima via. Si ritorna nella parte più centrale del borgo, ove sorgono municipio ed un campanile provvisto di un quadro di orologio per incamminarsi verso il campo sportivo e scendere verso via Salvatori, con i panorami ed i contesti agresti già precedentemente descritti. Il cielo inizia ad imbrunire, si attraversa anche un ricovero deputato all'allevamento di cani e qualche grugnito dei cinghiali di zona (non incontrati, comunque), per rimettersi sulla coda di Verzara e rientrare. Tutta questa parte di tragitto avviene in discesa, con un'unica parte di salitina concentrata che si supera agevolmente, soprattutto dopo aver riasfaltato la strada, la cui caratteristica distintiva erano le buche e lo sbrecciato.

Waypoints

PictographWaypoint Altitude 909 ft
Photo ofWaypoint Photo ofWaypoint

Waypoint

PictographWaypoint Altitude 962 ft
Photo ofVecchia cartiera Photo ofVecchia cartiera

Vecchia cartiera

PictographPanorama Altitude 971 ft
Photo ofPanorama

Panorama

PictographWaypoint Altitude 1,178 ft
Photo ofWaypoint

Waypoint

PictographWaypoint Altitude 1,202 ft
Photo ofWaypoint

Waypoint

PictographFauna Altitude 1,213 ft
Photo ofFauna

Fauna

PictographFauna Altitude 1,246 ft
Photo ofFauna

Fauna

PictographWaypoint Altitude 1,289 ft
Photo ofWaypoint

Waypoint

PictographFauna Altitude 1,314 ft
Photo ofFauna

Fauna

PictographWaypoint Altitude 1,426 ft
Photo ofWaypoint

Waypoint

PictographWaypoint Altitude 1,439 ft
Photo ofWaypoint

Waypoint

PictographWaypoint Altitude 1,450 ft
Photo ofWaypoint

Waypoint

PictographWaypoint Altitude 1,606 ft
Photo ofWaypoint Photo ofWaypoint

Waypoint

PictographReligious site Altitude 1,619 ft
Photo ofSito religioso Photo ofSito religioso

Sito religioso

PictographWaypoint Altitude 1,595 ft
Photo ofWaypoint

Waypoint

PictographPanorama Altitude 1,608 ft
Photo ofPanorama

Panorama

PictographWaypoint Altitude 1,674 ft
Photo ofWaypoint

Waypoint

PictographPanorama Altitude 1,734 ft
Photo ofPanorama

Panorama

PictographWaypoint Altitude 1,893 ft
Photo ofWaypoint Photo ofWaypoint

Waypoint

PictographPanorama Altitude 1,911 ft
Photo ofPanorama Photo ofPanorama

Panorama

PictographPanorama Altitude 1,932 ft
Photo ofPanorama

Panorama

PictographReligious site Altitude 1,844 ft
Photo ofSito religioso

Sito religioso

PictographCastle Altitude 1,845 ft
Photo ofPietrastornina

Pietrastornina

PictographRuins Altitude 1,867 ft
Photo ofRovine

Rovine

PictographPark Altitude 1,826 ft
Photo ofCampo sportivo

Campo sportivo

PictographWaypoint Altitude 1,707 ft
Photo ofWaypoint

Waypoint

PictographRuins Altitude 1,589 ft
Photo ofRovine

Rovine

PictographWaypoint Altitude 1,429 ft
Photo ofWaypoint

Waypoint

PictographWaypoint Altitude 1,419 ft
Photo ofWaypoint

Waypoint

PictographWaypoint Altitude 1,405 ft
Photo ofWaypoint

Waypoint

PictographFauna Altitude 1,318 ft
Photo ofFauna

Fauna

PictographWaypoint Altitude 1,251 ft
Photo ofWaypoint

Waypoint

Comments  (1)

  • Photo of mehdi.tabibvand
    mehdi.tabibvand Apr 14, 2023

    Very nice trail and beautiful photos, congratulations my friend

You can or this trail